Loading
17 Nov 2015

1457
In Blog by admin

Una nota dell’assessore ai Trasporti, Giovanni Giannini

Il titolo del progetto parla da solo!

GIFT è una parola che in inglese, evoca il significato di regalo, di omaggio, di una sorpresa che ricorre quando ci si scambia i doni, quando proviamo a mostrare verso qualcuno un gesto di affetto, un gesto di attenzione. Siamo in un momento, allora, nel quale proviamo ad immaginarci un tempo nuovo, un tempo dove, anche realtà trasportistiche complesse come quella della Puglia o come quella della Western Greece provano ad uscire dal torpore dell'immobilismo per proporre un'idea nuova di integrazione transfrontaliera, di collaborazione e cooperazione internazionale.

Un'idea oggi, ancora più importante e strategica, poiché fondamentale baluardo contro le violenze ed il terrorismo. Un'idea di Europa che, seppure dalle retrovie, prova a sperimentare processi in linea con i tempi, processi smart, processi che utilizzino le facilities per superare le barriere materiali ed immateriali. Ecco dunque GIFT2.0, una piattaforma web, diversa dalle tante esistenti, contenitore di informazioni di viaggio, ma soprattutto di risposte alle domande di tutti i giorni. Risposte ad un'utenza, quella del trasporto collettivo, quella che muove le merci, profondamente cambiata e che, attraverso il web, si muove sempre più veloce. Che mezzo prendo? Quando passa? Quanto costa? Da dove? In quanto tempo? Risposte facili direte se il viaggio è mono modale, ma se foste a piedi e voleste sapere come arrivare sul Gargano partendo da Patrasso, o come spedire merci troppo pesanti per un corriere, ma troppo leggere per un container è tutt'altro che facile e conveniente.

Il progetto GIFT 2.0 mette in connessione tra loro 27 hubs tra Italia e Grecia attraverso servizi "smart" dedicati. Gli hub sono: 10 porti (Brindisi, Bari, Barletta, Monopoli e Taranto, Patras, Corfu, Cephalonia, Igoumenitsa e Kyllini); 5 stazioni ferroviarie (Bari, Barletta, Lecce, Patras; Foggia, Athens; Matera); 4 aeroporti (Bari, Brindisi, Araxos e Corfu); 13 stazioni autobus (Bari, Brindisi, Barletta, Andria, Trani, Lecce, loannina, Patras e Foggia, Castel del Monte, Alberobello, Castellana Grotte, Monopoli e Matera) e, attraverso un lavoro di sintesi tra i sistemi informatici ed informativi esistenti, apre la strada alle modalità di razionalizzazione dei trasporti sostenibili e consente di attivare un servizio reale alle imprese ed ai passeggeri, mettendo in un unico contenitore tutti i dati di scambio per raggiungere la saturazione delle infrastrutture esistenti tra la Puglia e la Grecia intese quali hub da/per l'Europa per merci e persone verso i mercati internazionali". La costruzione di un percorso di viaggio, il cosiddetto "trip planner", multimodale, integrato, capace di incrociare orari e percorsi di aerei, treni, bus e navi, è uno dei servizi che la piattaforma è in grado di fornire, ma non l'unico.

Sono ben 25 i progetti pilota testati. Spaziano dai sistemi di infomobilità, ai collegamenti a terra, dalla ciclomobilità ai servizi per le merci e la logistica, tutti, con allo sfondo, un importante percorso di formazione ed informazione ai diversi livelli. E' una piattaforma dunque sperimentale e come tale avrà bisogno di tempo per affinarsi, ma la partenza è buona. Muovendoci secondo il formato GTFS (Generai Transit Feed Specification), l'ambizione è che per il prossimo futuro diventi uno strumento informativo in real time, utile per chi eroga i servizi, necessario per chi li fruisce, indispensabile per chi li controlla. Ma GIFT porta con se altri significati che vanno oltre l'acronimo: Greece-Italy-Facilities for Transport. GIFT è sinonimo di un'idea precisa, dare ai cittadini qualcosa che ad oggi hanno ricevuto parzialmente. Essere pienamente, diffusamente ed integralmente informati! Il diritto alla mobilità può essere esercitato e migliorato solo attraverso una conoscenza diffusa, conoscenza di tutte le opzioni trasportistiche possibili, ed è nostro dovere renderle disponibili aggregate, da un'unica fonte, in modo semplice. Si tratta di un nuovo modo di intendere ed organizzare la mobilità, di un processo culturale bisognoso di “facilities” e strumenti che aiutino l’utenza e non la scoraggino, capace, tra l’altro, di promuovere l’uso di mezzi di trasporto collettivo e/o pubblico con conseguenti effetti positivi quali: il decongestionamento e la maggiore sicurezza stradale, il miglioramento delle possibilità di spostamento per i turisti e la velocizzazione del trasferimento delle merci. Il titolo declina anche il suffisso numerico "2.0", sinonimo di qualcosa che evolve, che è nuovo rispetto al passato e che vuole affrontare le difficoltà del muoversi, di persone e merci, in modo diverso e consapevole.

Ecco il motivo per il quale al suo interno trovate così tante opzioni sperimentate, alcune di successo, altre forse meno, ma tutte con l'ambizione di poter essere "azione strutturata", "politica per il futuro", "traccia di sviluppo". I progetti di cooperazione servono a questo, affrontare nel concreto i bisogni delle persone e delle imprese, promuovere e rafforzare la competitività e la coesione tra i territori coinvolti. Già a partire dal 1 dicembre la Regione Puglia (Leader Partner) presenzierà presso la Camera di Commercio di Bari (partner di progetto), la presentazione dei primi risultati. In quella sede il Presidente Ambrosi, presenterà 4 progetti pilota: LCL MED il nuovo servizio di consolidamento delle merci, SHOP' N' SHIP il servizio che aiuterà soprattutto i turisti a fare shopping senza la preoccupazione di non poter trasportare gli acquisti, BARI EASY PORT il servizio di "banchina lunga" che dal porto si estende sino all'interporto in un'area di temporanea custodia attrezzata anche per le merci pericolose, i risultati della BORSA CARICHI - TRANSPOBANK, servizio che ha consentito a 300 imprese pugliesi del trasporto merci di far viaggiare i mezzi sempre a carico pieno con la garanzia del just in time e del prezzo più favorevole.

Seguirà il 3 e 4 dicembre a Lecce la presentazione della piattaforma web, cuore del progetto, realizzata dall'Università del Salento, anch'esso partner, per concludere poi il 10 dicembre con l'evento finale. Quest'ultimo, organizzato proprio dalla Regione Puglia presso la sala conferenze del nuovo terminal dell'aeroporto di Bari, ospiterà tutto il partenariato italiano ed estero e presenterà in modo organico quanto fatto sia sul versante passeggeri che sul versante merci.

27 May 2015

1524
In Blog by admin

La Regione Puglia presenta la piattaforma ed i servizi per merci e passeggeri come best practice durante l’evento di Roma dal 26 al 28 Maggio 2015 al Palazzo dei Congressi.

Al FORUM PA 2015, l’Assessorato ai Trasporti della Regione Puglia coordina la presentazione della piattaforma per i servizi al trasporto pubblico ed al logistica creata attraverso il progetto GIFT 2.0 finanziato a valere sui fondi del progetto di cooperazione transfrontaliera Grecia-Italia 2007/2013 quale best practice per i servizi ITC nel settore della mobilità.

Individuata nel panel delle Regioni Italiane come servizio innovativo nel settore dei trasporti e della logistica, la piattaforma GIFT 2.0 è l’unico caso di servizio integrato tra modalità di trasporto nel settore del trasporto pubblico ad essere presente nell’ambito del Forum PA 2015.

Durante l’evento, la Regione Puglia sarà presente, in nome dell’intero partenariato, con un info-point dedicato alla piattaforma ed ai servizi smart che si stanno sviluppando, al fine di integrare la metodologia sviluppata in un’ottica di più ampio respiro dei servizi integrati di trasporto in coerenza con gli obiettivi di sostenibilità ambientale ed economica.

Al Forum PA 2015 parte la consultazione pubblica sui temi legati al Piano Regionale dei Trasporti approvato lo scorso 2 Aprile dalla Giunta della Regione Puglia e testata attraverso i casi pilota in fase di realizzazione con il progetto GIIFT 2.0.

Il progetto GIFT 2.0 rappresenta il primo caso di coordinamento tra diversi soggetti: porti, aeroporti e ferrovie, per consentire la mobilità integrata attraverso la saturazione delle infrastrutture esistenti mediante l’infomobilità. I soggetti attuatori, le tre Autorità Portuali Bari, Brindisi e Taranto insieme ad Aeroporti di Puglia e Ferrovie Appulo Lucane, attraverso un sistema integrato di casi pilota stanno contribuendo all’aggiornamento dei dati in tempo reale ed alla realizzazione di servizi per merci e persone.

E così, traghetti in real time tra Bari e Brindisi e la creazione di un servizio di connessione con gli autobus elettrici tra le banchine e le fermate dei bus e treni diretti verso le reti nazionali ed internazionali sono stati delegati all’attuazione rispettivamente dell’Autorità portuale del Levante e dell’Autorità Portuale di Brindisi.

Una sezione merita la formazione nel settore della logistica intelligente curata dall’Autorità Portuale di Taranto attraverso un ciclo di workshop e cinque temi di approfondimento sui temi della politica europea dei trasporti: le facilities sviluppate con il progetto GIFT 2.0 “Greece Italy Facilities for Transport and Logistics 2.0”, la politica definita dal CEF - Connecting Europe Facility, le reti di trasporto trans-europee (TEN-T) e il ruolo dei sistemi portuali, il “Core network TEN-T”: focus sul corridoio Scandinavo-Mediterraneo ed il ruolo dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti.

Per il trasporto aereo e le connessioni multimodali la Regione Puglia ha affidato ad Aereoporti di Puglia la realizzazione del sistema di integrazione terra - aria sperimentando, sia all’aeroporto che nella stazione ferroviaria centrale del capoluogo pugliese, un servizio di bigliettazione e data management che consentirà di migliorare la pianificazione a basso impatto ambientale attraverso l’utilizzo dei mezzi pubblici.

Infine, le Ferrovie Appulo Lucane stanno realizzando il primo modello di Velostazione in hub del Mediterraneo adattando i locali adiacenti alla stazione ferroviaria a modello di integrazione ferro-bici per consentire di collegare le periferie al centro e migliorare la mobilità dei passeggeri last mile. Il servizio sarà attivo da Agosto 2015.

27 May 2015

1390
In Blog by admin

La Regione Puglia presenta al Commissario Europeo per l’Ambiente, gli Affari Marittimi e la Pesca, Vella, i risultati del progetto GIFT 2.0 sulle facilities e la smart mobility.

L’Assessorato ai Trasporti della Regione Puglia, attraverso il progetto GIFT 2.0, ha presentato al Maritime Day di Atene svolto dal 27 al 30 Maggio prossimo per presentare i risultati del progetto GIFT 2.0 dimostrando l’efficacia dell’infomobilità per lo sviluppo sostenibile.

Il Commissario Europeo per l’Ambiente, gli Affari Marittimi e la Pesca Karmenu Vella ha raccolto i primi risultati del progetto GIFT 2.0 durante la conferenza MED NET sulle facilities nel settore dei trasporti e della logistica.

Il progetto GIFT 2.0, prevede la creazione di una piattaforma di infomobilità per merci e passeggeri attraverso la realizzazione di un sistema integrato di casi pilota per la mobilità sostenibile integrata.

Dopo avere presentato i risultati intermedi all’evento di Marsiglia dello scorso marzo nell’ambito del cross fertilization, il progetto GIFT 2.0 procede nel percorso di mappatura delle facilities verso il Libro Bianco dei Trasporti.

Ad Atene, il focus della discussione ha riguardato l’integrazione mare-terra sia per le merci sia per i passeggeri realizzate dalle Autorità Portuali di Bari, Brindisi e Taranto in qualità di soggetti attuatori per conto della Regione Puglia nell’ambito del progetto GIFT 2.0.

I temi trattati - spiega l’Ing. Enrico Campanile RUP del progetto GIFT 2.0 – affrontano il ruolo del pubblico nella gestione dell’intermodalità sostenibile dimostrando che la gestione dell’ultimo miglio è fondamentale per la saturazione delle infrastrutture”.

La relazione, presentata al Maritime Day, dimostra che la scelta di un percorso per merci e passeggeri può essere orientata non solo dal transit time ma anche dall’efficacia delle facilities modali e che la possibilità di conoscere i transit time comparati in tempo reale, come avviene attraverso la piattaforma http://mobilita.regione.puglia.it/, migliora le performance dei singoli porti e retro porti aumentando la consapevolezza delle scelte degli operatori.

20 Mar 2015

1460
In Blog by Guest

E’ al MITT di Mosca che l’Assessorato ai Trasporti della Regione Puglia presenta i nuovi servizi di infomobilità tra i 27 hub di Grecia e Puglia per i passeggeri, sviluppati dal progetto strategico GIFT 2.0

La Regione Puglia – Assessorato ai Trasporti ha presentato al MITT di Mosca il sistema di infomobilità sviluppato con il progetto strategico GIFT 2.0. a valere sui fondi del Programma ETCP Grecia – Italia 2007 - 2013.

Nella doppietta di eventi, organizzati in collaborazione con Puglia Promozione, Comitel ed ENIT, durante il MITT di Mosca, l’innovazione tecnologica, l’infomobilità e l’intermodalità del sistema GIFT 2.0 sono stati al centro della discussione sulle facilities per passeggeri e merci.

Con il progetto GIFT 2.0 la Regione Puglia – Assessorato ai Trasporti partecipa al MITT presentando un pacchetto di facilities integrato tra servizi di infomobilita, velostazione e collegamenti intermodali per viaggiare in Puglia con i mezzi pubblici attraverso un semplice click sulla piattaforma http://mobilita.regione.puglia.it/.

Alto l’interesse per il sistema Shop’n’Ship e per l’integrazione della piattaforma con i servizi di georeferenziazione interattiva e bigliettazione integrata. Infatti, spiegano all’unisono operatori del calibro di Alba Travel e Amarcord, il turista russo che visita Puglia e Grecia è interessato non solo ai viaggi organizzati ma anche alla possibilità di muoversi liberamente, inoltre, il background tecnologico che i russi portano agevola l’implementazione di piattaforme come quella di GIFT 2.0.

Integrazione dei dati, cooperazione e formazione congiunta sono i temi che hanno caratterizzato gli incontri e le richieste di collaborazione, allo stesso tempo, tre sono stati i principali risultati raggiunti dalla delegazione del progetto GIFT 2.0 guidata dalla dirigente del servizio pianificazione e programmazione delle infrastrutture per la mobilità trasporti Carmela Iadaresta.

L’accordo con l’Università di Mosca per organizzare un training course per i manager del turismo russi implementando l’offerta di mobilità in loco e transfrontaliera. Il protocollo di intesa verrà formalizzato al JTS del Programma Grecia-Italia ed al partenariato in modo da far coincidere le attività con i moduli formativi dell’International Training Course che le Università di Patrasso e del Salento faranno partire a Giugno 2015.

L’Associazione Internazionale dei concierge di Russia ha chiesto di integrare i servizi della piattaforma GIFT 2.0 con quella dei servizi di concierge in modo da ampliare la base quantitativa dei servizi di qualità.

Infine, data la strategicità dei mercati greco e pugliese e l’innovatività dei servizi proposti dalla Regione Puglia, è stata concordata l’integrazione con la piattaforma informativa di Pugliapromozione e con il Board del Turismo Greco.

Entra così in funzione sul panorama internazionale la rete dei 27 hubs individuati da GIFT 2.0 attraverso servizi "smart" dedicati. Gli hub sono: 10 porti (Brindisi, Bari, Barletta, Monopoli e Taranto, Patras, Corfu, Cephalonia, Igoumenitsa e Kyllini); 5 stazioni ferroviarie (Bari, Barletta, Lecce, Patras; Foggia, Athens; Matera); 4 aeroporti (Bari, Brindisi, Araxos e Corfu); 13 stazioni autobus (Bari, Brindisi, Barletta, Andria, Trani, Lecce, Ioannina, Patras e Foggia, Castel del Monte, Alberobello, Castellana Grotte, Monopoli e Matera).

28 Feb 2015

1387
In Blog by Guest

Firmato il Protocollo di Intesa tra l’Assessorato ai Trasporti della Regione Puglia e le Ferrovia Appulo Lucane per la creazione della prima Velostazione con i fondi europei.

Con la stipula del protocollo di Intesa a firma dell’Assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Puglia Giovanni Giannini e Matteo Colamussi, presidente delle Ferrovie Appulo Lucane partono le procedure per la realizzazione della prima Velostazione in Puglia entra nella rete europea dei trasporti sostenibili. Deposito custodito, ciclofficina, noleggio e libertà di accesso sicuro sono le caraterristcihe della Velostazione di Corso Italia 62,64,66 pronta per la promavera 2015.

Il protocollo di Intesa è il primo atto che la Regione Puglia attua in applicazione della Legge Regionale 1/2013 e delle linee guida per la semplificazione amministrativa. Attivando il circuito del protocollo di intesa e di condivisione delle responsabilità tra ente pubblcio e gestore dei servizi, che agisce in qualità di soggetto attuatore dell’ente stesso ,è possibile trasferire la realizzazione di attività ed opere direttamente in capo al gestore. Sono garantiti tutti i criteri di trasparenza e pubblicità propri della P.A del codice degli appalti pubblici, ma si semplificano le procedure e si riducono i tempi.

La Velostazione è finanziata con i fondi del Programma Grecia Italia 2007/2013 nell’ambito del progetto strategico GIFT 2.0 acronimo di Greece-Italy Facilities for Transport versione 2.0 finalizzato allo sviluppo della piattaforma logistica pugliese sia per le merci sia per i passeggeri in due step uno tecnologico con la piattaforma di gestione integrata dei trasporti pubblici attraverso la piattaforma regionale “mobilita”, uno infrastrutturale con le interconnessioni tra gli hub.

La realizzazione della Velostazione – spiega Giovanni Giannini  prima in tutto il centro sud Italia e nel bacino adriatico-ionico, apre la strada alle modalità di razionalizzazione dei trasporti sostenibili attraverso l’uso congiunto dei fondi europei”.

Infatti, la gestione del servizio di custodia e gestione della Velostazione saranno finanziati dal progetto Intermodal (acronimo di Intermodal, INTERmodality MOdel for the Development of the Adriatic Littoral zone), a valere sui fondi del programma IPA Adriatico che si occupa di individuare soluzioni e strategie di trasporto intermodale nelle aree costiere adriatiche tra Italia, Albania, Croazia e Montenegro.

Le caratteristiche tecniche della Velostazione prevedono la realizzazione del deposito secondo gli standard più avanzata maturati in esperienze come quelle di Amsterdam, Berlino e Parigi. Sarà dotata di rastrelliere verticali, un sistema di videosorveglianza e di un sistema di apertura automatica delle porte per consentire l’accesso senza limiti. Una parte dei locali sarà destinata all’officina per la riparazione dei cicli.

Le FAL prevedono un concorso di idee per la creazione della card di accesso - spiega Matteo Colamussi presidente delle Ferrovie Appulo Lucane - e la connessione della Velostazione di Bari con i centri collegati dalla rete ferroviaria e con gli altri sistemi di trasporto”.

Ma viedippiù, la Regione Puglia, infatti, potrà attivare per gli enti locali interessati alla mobilità sostenibile e che ne facciano espressa richiesta, i prestiti della Banca Europea degli Investimenti attraverso i fondi Jessica.