Loading

L'IDEA

GIFT 2.0 “Greece - Italy Facilities for Transport 2.0” punta allo sviluppo del 2° Pilastro della Strategia Europea Adriatico Ionica, in Puglia e in Grecia, migliorando la mobilità di merci e passeggeri.

I territori della Grecia e dell’Italia sono le principali porte di accesso da e verso l’Europa sia per il trasporto merci sia per i flussi passeggeri. Il progetto GIFT 2.0 considera l’area Adriatico Ionica quale hub unico per i flussi di traffico di breve-media e lunga percorrenza; aggrega i diversi servizi di trasporto esistenti in un'unica piattaforma in grado di fornire: informazioni, dati, costi per la mobilità e tempi di transito.

35 hubs tra porti, aeroporti, stazioni ferroviarie e autobus per unificare o migliorare servizi già esistenti, danno vita ad un’unica interfaccia in grado di erogare informazioni per i trasporti intelligenti.

Gli hub sono: 10 porti (Brindisi, Bari, Barletta, Monopoli e Taranto, Patrasso, Corfù, Cephalonia, Igoumenitsa e Kyllini); 7 stazioni ferroviarie (Bari, Barletta, Lecce, Patrasso, Foggia, Atene, Matera); 4 aeroporti (Bari, Brindisi, Araxos e Corfù); 14 stazioni autobus (Bari, Brindisi, Barletta, Andria, Trani, Lecce, loannina, Patrasso, Monte Sant'Angelo - San Giovanni Rotondo, Castel del Monte, Alberobello, Castellana Grotte, Monopoli e Matera); 3 Velostazioni (Bari, Andria, Patrasso).

LA PIATTAFORMA GIFT 2.0

All'interno del progetto Gift 2.0 è stato creato un modello di piattaforma per il Trip Planning intermodale, interregionale e transfrontaliero basato su soluzioni open source e su standard internazionali riguardanti sia lo scambio di dati inerenti i servizi di trasporto pubblico passeggeri, sia lo scambio dati tra differenti sistemi informativi secondo formati opportunamente concordati con i partner.

Il modello è stato concepito in virtù della grande quantità di informazioni provenienti dai Partner e da veicolare all’interno della piattaforma.

Esso consente di integrare tecnologicamente, all’interno del sistema di Trip Planning, anche informazioni derivanti dalle attività implementate all’interno del progetto con i Casi Pilota, riferite non solo al trasporto passeggeri, ma anche a quello merci

GLI OBIETTIVI

  • Saturare le infrastrutture esistenti con un utilizzo integrato dei sistemi di trasporti e logistica attraverso la piattaforma GIFT 2.0.
  • Migliorare l'accessibilità e la mobilità dei passeggeri e delle merci nell’area Adriatico-Ionica anche attraverso la modellizzazione di un sistema Uniticket multimodale.
  • Attivare una rete tra i 35 hubs identificati tra Puglia e Grecia mediante un sistema comune di servizi per i passeggeri e le merci.
  • Rafforzare l’utilizzo del trasporto pubblico con strumenti per la pianificazione di percorsi intermodali, interregionali e transfrontalieri ed informazioni in tempo reale sulla mobilità.
  • Traning e informazione sulle opportunità economiche, occupazionali ed ambientali generate da un sistema integrato di logistica e trasporti attraverso la piattaforma GIFT 2.0.

I RISULTATI

Lo sviluppo del progetto ha seguito un approccio metodologico condiviso volto a:

  • ridurre i costi ed i tempi di transito dei viaggi macro regionali;
  • ridurre l’impatto ambientale;
  • migliorare la gestione delle informazioni sul trasporto integrato (ITIMS) di tutti gli hub di progetto;
  • aumentare l’efficacia economica delle operazioni portuali attraverso operazioni per il consolidamento delle merci (LCL) e per il collegamento con le aree retroportuali;
  • assicurare uno sviluppo sostenibile nei sistemi di trasporto presso tutti gli hub e per tutte le modalità: ferro, gomma, mare e aria.

Il progetto è alla fine confluito in una piattaforma integrata, intermodale, transfrontaliera specializzata.